Archivio per la categoria ‘Mariapoli 2016’

Il Villaggio per la Terra

Un video di Nomadelfia 2017 che racconta la Mariapoli 2017

Nessun commento

IL VILLAGGIO PER LA TERRA 2017 CHIUDE CON UN GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO E DI IDEE, CHE ARRIVERANNO AL G7 AMBIENTE

villaggio-terra-2017

ORGANIZZATO DA EARTH DAY ITALIA E MOVIMENTO DEI FOCOLARI.

130mila visitatori che hanno condiviso sport, musica, eventi e laboratori in nome dell’ambiente. E momenti importanti di dialogo tra società civile e istituzioni sulla sostenibilità.

Stati Generali per l’Ambiente dei Giovani, Giornata Mondiale per la Terra con Concerto per la Terra, Marcia per la Scienza, Celebrazioni 30 anni Erasmus, Villaggio per lo Sport, Villaggio per i Bambini,
Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, meeting su economia circolare, economia di comunione, forum su eco profughi e dialogo interreligioso tra donne sul clima.

Sono intervenuti: il Segretario di Stato Vaticano Cardinal Pietro Parolin, il Ministro per l’ambiente Gian Luca Galletti, Il vice ministro per le politiche agricole Andrea Olivero,  il ministro per la salute Beatrice Lorenzin, l’ex ministro Livia Turco, il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’assessore  alla sostenibilità ambientale del Comune di Roma Pinuccia Montanari.

Roma, 25 aprile 2017 –  Un grande successo di pubblico oltre le aspettative, con stimati 130mila spettatori che per cinque giorni hanno condiviso sport, musica, laboratori ed eventi in nome della tutela dell’ambiente e di tutto il patrimonio del pianeta. Così si conclude l’edizione 2017 della cinque giorni del Villaggio per la Terra, organizzato da Earth Day Italia insieme al Movimento dei Focolari dal 21 al 25 aprile, sulla terrazza del Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese.

Un programma fitto di eventi e celebrazioni, incontri istituzionali, forum a tema, corsi, spettacoli con big della musica, attività sportive e un grande villaggio dedicato ai più piccoli con laboratori ludici didattici. Il tutto unito dal fil rouge della tutela dell’ambiente, sull’onda dell’emergenza dei cambiamenti climatici e delle politiche mondiali, ma anche con un forte focus sull’emergenza dell’integrazione sociale, contro l’innalzamento dei muri che dividono, perché migrazioni e clima sono fenomeni fortemente collegati.

“Questo successo - dichiara Pierluigi Sassi Presidente dell’Earth Day Italia - testimonia la crescente sensibilità ambientale della cittadinanza e la consapevolezza sempre più diffusa sull’urgenza di intervenire in modo diretto per la salvaguardia del Pianeta. Comincia a prender forma l’idea di un’azione collettiva che parte dal basso e si confronta con le istituzioni in modo critico e maturo sulla questione ambientale sulla quale l’umanità non può più permettersi di temporeggiare”.

Antonia Testa, co-responsabile del Movimento dei Focolari di Roma: Il Villaggio per la Terra si rivela un modello vincente, che permette di esprimere una cittadinanza nuova, è una città nella città, dove piccoli e grandi condividendo la Regola d’oro (fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te) hanno costruito rapporti autentici, si sono scambiati progetti realizzati e traguardi futuri.

Al Villaggio per la Terra si sono svolti gli Stati Generali dell’ambiente per i Giovani in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il MIUR dove una selezione di gruppi di ragazzi delle scuole hanno redatto un documento con le loro proposte e che sarà presentato al G7 Ambiente al prossimo giugno a Bologna. Anche la Marcia per la Scienza è passata al Villaggio per la Terra, con la presenza di alcuni ricercatori e scienziati che sono saliti sul palco del Pincio per portare la loro testimonianza, tra gli altri il noto fisico Giorgio Parisi e il climatologo Riccardo Valentini, già premio Nobel per la pace.

Al Villaggio per la Terra si è parlato, con eventi dedicati, di mobilità sostenibile, economia circolare e di economia di comunione con l’economista Stefano Zamagni. Un panel dedicato al fenomeno degli eco-profughi e uno al dialogo interreligioso sul clima, alla presenza di 7 donne rappresentanti di diverse fedi religiose provenienti da tutto il mondo. Un grande Villaggio per i Bambini tutti impegnati nella scoperta della sostenibilità ambientale e del mondo animale attraverso varie attività e laboratori. I piccoli hanno costruito una Torre dell’ecosistema, volteggiato su una giostra a pedali, praticato il riciclo creativo e familiarizzato con il legno. I più grandi hanno costruito un murales di pace lungo sette metri con l’artista egiziano Elhamy Naguib.

E poi momenti di grande emozione con la musica sullo sfondo della terrazza del Pincio, con il Concerto per la Terra in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, presentato da Fabrizio Frizzi, con Noemi, Sergio Sylvestre, Soul System, Zero Assoluto, Ron e La Scelta e il maestro Cacciapaglia, organizzato da Earth Day insieme a Urban Vision. Questa edizione del Concerto per la Terra ha avuto un titolo particolare “OVER THE WALL – MECENATI DELLA BELLEZZA”, perché si è deciso di sottolineare il grave rischio che corriamo di perdere la bellezza del nostro Pianeta e della nostra umanità.  Sull’onda di questo messaggio contrario a ogni muro, al Villaggio per la Terra si sono celebrati anche i 30 anni dell’Erasmus, simbolo della costruzione di ponti al posto di barriere per tante generazioni di giovani che hanno creduto e credono nell’Europa. Durante la 5 giorni si sono esibiti sul palco della terrazza del Pincio anche molti altri artisti come Enzo Avitabile, Tony Esposito, le Green Cloud, Antonio Mezzancella, Max Pajella, e l’ottetto dell’Orchestra di Piazza Vittorio che con il loro concerto hanno chiuso il Villaggio la sera del 25 aprile.

Il 23 aprile é stata poi celebrata la Giornata Mondiale del Libro insieme a quella del diritto d’autore, unendo alle presentazioni dei libri quella di cantautori e artisti. Anche lo sport è stato il cuore della manifestazione, con il grande Villaggio sportivo “Sport4Earth” organizzato insieme al CONI e al CIP (Comitato Italiano Paralimpico), con oltre 30 discipline sportive aperte a tutti e con la visita di campioni olimpionici e una grande festa finale per lo sport.

Sono intervenuti al Villaggio per la Terra rappresentanti istituzionali a sottolineare l’importanza di ripristinare il dialogo tra le istituzioni e la cittadinanza: il Segretario di Stato Vaticano Cardinal Pietro Parolin, il Ministro per l’ambiente Gian Luca Galletti, Il vice ministro per le politiche agricole Andrea Olivero,  il ministro per la salute Beatrice Lorenzin, l’ex ministro Livia Turco, il sindaco di Roma Virginia Raggi, l’assessore  alla sostenibilità ambientale del Comune di Roma Pinuccia Montanari.

Nessun commento

Saluto conclusivo Villaggio per la Terra 2017

Pierluigi Sassi - Earth day Italia

Dire due parole su questo momento è spiegare che alla fine dell’Earth day, alla fine di questi cinque giorni del Villaggio per la Terra, non ci poteva essere conclusione migliore che non sottolineare l’importanza del dialogo interculturale e interreligioso per la Pace. Dialogo che secondo noi dell’Earth Day Italia ma soprattutto nel cuore valoriale del Villaggio per la Terra, che è rappresentato qui dal Movimento dei Focolari, rappresenta il cuore del percorso attraverso la sostenibilità e verso la Pace.

Riteniamo che averlo fatto (il dialogo), avendolo sottolineato con queste donne, quindi dalla prospettiva materna di Madre Terra, anche avendolo sottolineato probabilmente con la figura che più di ogni altra riesce a trasferire attraverso le generazioni i valori più importanti della vita, non poteva essere una cosa migliore.

Ora chiedo al Movimento dei Focolari il loro contributo.

Antonia Testa - Movimento dei Focolari, Roma

In questi giorni il nostro villaggio, avete visto, era popolato da un mare di bambini. Io ad un certo punto mi sono fermata e ho detto: i bambini ti guardano, ci guardano. E allora forte per me la gioia di dire “conserviamo a loro i deserti trasformati in foresta, i rapporti veri tra di noi, perchè io sono un dono per te e tu sei un dono per me”. Questa è la consegna, secondo me, che emerge forte da questo Villaggio per la Terra e ci fa guardare avanti verso orizzonti più ampi, concreti reali: questi rapporti tra di noi.

Donato Falmi - Movimento dei Focolari, Roma

Vorrei sottolineare un aspetto fondamentale di questo Villaggio che è il dialogo che vuole salvare il nostro pianeta. Non vorremmo trovarci troppo presto al capezzale della Terra. Vogliamo invece festeggiare la Terra, festeggiare il recupero di ciò che possiamo aver rovinato e il mantenimento, anzi lo sviluppo di ciò che c’è ancora. E per fare questo abbiamo capito che bisogna che ci uniamo tutti quanti, il significato di essere insieme a Earth Day Italia, il significato di aver fatto parlare queste donne rappresentanti di sei grandi religioni. Ma aggiungo, oltre le religioni avere nel Villaggio la presenza di tante associazioni di varia provenienza, anche laica cosiddetta, ma che fa riferimento ai valori della solidarietà e del bene comune. Questo è l’unico modo per affermare la bellezza della nostra Terra e salvaguardare il nostro pianeta. Grazie

sassi-testa-falmi1

Nessun commento

Il Villaggio dei Bambini alla Mariapoli 2017

Il Villaggio dei Bambini raccontato dal quotidiano “Il Faro di Roma”

Il 25 Aprile

“Si conclude con grande successo il Villaggio per la Terra. Nel verde di Villa Borghese il confronto tra le religioni” Clicca qui

faro-11

Il 24 Aprile

Al Villaggio per la Terra i bambini imparano l’importanza delle tasse. Anche la Lorenzin tra gli stand insieme alla famiglia. Per leggere l’articolo clicca qui

faro-2

Il 23 Aprile

Al Villaggio per la Terra generazioni a confronto. Parolin ha benedetto il Villaggio per i Bambini. Per leggere l’articolo clicca qui

faro-3

Il 22 Aprile

La Raggi in veste di mamma al Villaggio per la Terra: una giornata speciale. Per leggere l’articolo clicca qui

faro-41

Nessun commento

I giovani del Movimento dei Focolari di Roma in diretta tutta la notte su Radio Impegno a parlare del Villaggio per la Terra 2017

Tutta la notte in diretta per raccontare cosa sta succedendo

al villaggio per la Terra 2017 a villa Borghese e al Pincio.

Sono i giovani del Movimento dei Focolari di Roma

in diretta su RadioImpegno a parlare del Villaggio per la Terra Roma in Mariapoli

http://www.radioimpegno.it

E ora sono già al Villaggio

Nessun commento

Il 25 Aprile 2017: cosa è accaduto al Villaggio per la Terra

Il 25 Aprile… cosa è accaduto

Cerimonia conclusiva 18.00

Nel momento conclusivo del Villaggio, i bambini e i ragazzi portano un fiore a ognuna delle rappresentanti delle religioni che avevano appena partecipato al Panel “Madri della Terra. La cura del creato vista dalla prospettiva femminile delle Grandi Religioni.” (Per approfondire vai a questo  link). I fiori sono stati poi appoggiati da ciascuna nel cerchio, la nostra Terra, che da spoglia è diventata fiorita.

La  terra vista da Ciro, Roberto Cipollone, dono suo al Villaggio per la Terra




Tutti insieme dal Galoppatoio al Pincio con sbandieratori e banda per il momento conclusivo del Villaggio “Tutti i popoli della Terra”. 17.30


Intanto al Pincio i e le gen4 aspettano il corteo per partecipare al momento conclusivo

Focus “Madri della Terra. La cura del creato vista dalla prospettiva femminile delle Grandi Religioni. 15.30

Il primo tavolo interreligioso femminile sui temi dell’ambiente.

Al Villaggio per la Terra, le testimonianze di donne delle principali fedi mondiali sul tema della conservazione dell’ambiente.

Un dialogo tutto al femminile che cerca punti di incontro e promuove iniziative comuni per unire l’umanità attorno all’amore per la Terra.

Sono intervenute:

Islam: Shahrazad Houshmand e Zubeyde Bolat

Cristianesimo: Tiziana Longhitano e Mervat Kelli

Ebraismo: Anna Di Segni Coen e Franca Coen
Buddismo: Mariangela Falà
Induismo: Lilamaya Devi
Modera: Lorena Bianchetti

Per approfondire clicca qui

Focus Le Madri della TerraLa conduttrice Lorena Paglietti e Franco Pagliara, Segretario Generale di FIDA




L’arrivo al Galoppatoio dei Pontieri del Dialogo

I Pontieri del Dialogo

Focus La Terra non esilia. Cambiamenti climatici, conflitti e migrazioni forzate: il fenomeno degli ecoprofughi.

Per saperne di più clicca qui

Relatori:
– Mariagrazia Midull
a, Responsabile Clima ed Energia WWF

– Elisa Nucci, responsabile progetti esteri COMI (Cooperazione per il Mondo in Via di Sviluppo)

– Vincenzo Buonomo, docente di diritto internazionale presso la Pontificia Università Lateranense

– Cecilia Dall’Oglio, European Programs Coordinator, Global Catholic Climate Movement Alessandra Morelli, Delegata per l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR)

– Lorenzo Ciccarese, Responsabile dell’Area protezione degli habitat e delle specie – ISPRA

Modera: Luca Attanasio, giornalista.

Per saperne di più clicca qui

Focus La Terra non esilia. Vincenzo BuonomoFocus La terra non esilia


I gen3 preparano la Merenda per tutti. E’ una merenda solidale.

Infatti il contributo libero che raccoglieranno, vogliono darlo a Dino Impagliazzo per le sue mense per i senza fissi dimora

WhatsApp Image 2017-04-25 at 16.43.39.pngI gen3 preparano la merenda solidaleWhatsApp Image 2017-04-25 at 16.43.42I gen3 preparano la merenda solidaleWhatsApp Image 2017-04-25 at 16.43.41i gen3 preparano la merenda solidale

Alla tenda dei bambini ci prepariamo al laboratorio “Giochiamo insieme per conoscerci: perchè se tu credi che la pace è possibile, la pace verrà”

Per saperne di più clicca qui

Alla Tenda dei Bambinilaboratorio “Giochiamo insieme per conoscercilaboratorio “Giochiamo insieme per conoscerciCostruiamo tutti una rete di pace tra Popoli, Nazioni e Religioni

E al Pincio i Ragazzi per L’Unità partecipano al laboratorio “Creando con il riciclo” maestro Ciro

Laboratorio con CiroCreando con il riciclo

Intanto al Pincio

C’è chi custodisce il creato

…E chi costruisce Ponti

Alla tenda Meeting Focus Dialogo sulla Pace: Testimonianze. Serenella Silvi presenta intervento di Chiara Lubich all’ONU (1997).

Per saperne di più clicca qui

Focus Dialogo sulla Pace

Alla Tenda Meeting

Focus Amicizia fra due popoli: Maria Bencivenni e Martin Nkafu raccontano Fontem – modera Letizia De Torre

Per saperne di più clicca qui

Focus Amicizia fra due popoli: Maria Bencivenni e Martin Nkafu raccontano Fontem – modera Letizia De Torre

Focus Popoli in Famiglia. Testimonianza di Emi Leone e Emerson Marinho Pinto

Per saperne di più clicca qui

Focus Popoli in Famiglia. Testimonianza di Emi Leone e Emerson Marinho Pinto

Unità – Riflessioni in forma d’arte con brani letti su unità: con Dedè Lucarini-attrice, Cinzia Mirasolo, Tender Sposati e Francesca D’Antonio

Riflessioni in forma d’arte. L’Unita’Riflessioni in forma d’arte. L’Unità.

E intanto…

Il nostro Simone cambia la sesta camera d’aria

La sesta camera d’aria cambiata

E prima del Focus alla Tenda Convegni, Antonia rilascia un’intervista a Radio Vaticana

Antonia a radio Vaticana

Al Pincio Lo spettacolo “Ci chiediamo scusa”

Per saperne di più clicca qui

Allo Stand INGV
L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e’ presente al Villaggio per la Terra con uno stand dove i ragazzi possono fare laboratori di vulcanologia e sismologia. Per gli adulti vari incontri con i ricercatori e presentazione della sala sismica attiva h24.

Allo stand INGVDai laboratori dell’INGV

Allo Stand di RImPRESA

Allo Stand RImPRESA

Nessun commento

Presentato dal ministro Beatrice Lorenzin e l’onorevole Livia Turco il libro di Jesus Morán al Villaggio per la Terra 2017

POLITICA E CARISMI NELLA LORO FORZA ATTUATIVA

presentato il libro di Jesús Morán Fedeltà creativa

24 aprile 2017

VILLAGGIO PER LA TERRA

Beatrice Lorenzin, Livia Turco e Vittorio Pelligra, moderati da Ignazio Ingrao, hanno presentato il libro Fedeltà creativa. Le sfide dell’attualizzazione di un carisma, di Jesús Morán, co-presidente del Movimento dei Focolari. È stata l’occasione per un profondo scambio sul tema Politica e carismi nella loro forza attuativa, che ha messo in luce le analogie dei due ambiti apparentemente lontani. Tanto i carismi quanto la politica nella sua ispirazione ideale, si trovano infatti ad affrontare la concretezza della storia inverando se stessi in maniera sempre nuova ma profondamente fedele. È emerso che si tratta di una sfida identitaria. Quando viene persa, resta un simulacro destinato a perire.

Tanto Livia Turco quanto Beatrice Lorenzin hanno espresso una singolare assonanza nella lettura della fedeltà creativa in politica, come fedeltà a se stessi e agli ideali originari, come capacità di lasciarsi interpellare dalle domande del presente cercando risposte coerenti con i propri valori anche se scomode, come capacità di sguardo lungo e inclusivo. Tanti gli spunti, gli ambiti toccati, le riflessioni, le auto-analisi: dalla esperienza personale alla lettura della politica nazionale e mondiale, con uno sfondo: la critica ad una politica che oggi sembra il risultato di uno scarso esercizio della fedeltà creativa.

La positività della caduta delle ideologie ma la messa in ombra degli ideali, è stato il fulcro dell’intervento del prof. Vittorio Pelligra, che ha parlato della necessità di un nuovo umanesimo, del quale sia fondante l’elemento della relazionalità messo in luce dal libro. Un umanesimo capace di rideclinare politica ed economia in forme e contenuti che investino e valorizzino le capacità positive dell’uomo.

Le parole conclusive dell’autore Jesús Morán, hanno definito il senso profondo dell’incontro. Riprendendo Luc Ferry, ha voluto guardare all’epoca presente come a quella della “rivoluzione dell’amore”, che deve sostanziare anche la politica, definita, sulla scorta di Chiara Lubich, “amore degli amori”. E’ la via dell’amore che colma la distanza tra società civile e politica e risponde ai bisogni e alle sfide di oggi.


Ufficio stampa
Elena Coppola 339 218 4423press@romainmariapoli.org
Elena Cardinali 3474554043 – ufficiostampa@cittanuova.it

Nessun commento

IL 24 APRILE 2017: COSA È ACCADUTO AL VILLAGGIO PER LA TERRA

Il 24 Aprile… cosa è accaduto

Alla Tenda Convegni ore 17 il Focus “Politica e Carismi nella loro Forza Attuativa”

Nella cornice del Villaggio per la Terra, Beatrice Lorenzin, parlamentare e Ministro della salute del Governo Renzi e nell’attuale governo, e Livia Turco, più volte parlamentare e Ministro, attualmente Presidente della “Fondazione Nilde Jotti” – e l’economista Vittorio Pelligra si interrogano sulla più singolare delle sfide: quella della attualizzazione di un carisma a partire dal libro di Jesús Morán, “Fedeltà creativa. La sfida dell’attualizzazione di un carisma”.

Per leggere l’articolo di Città Nuova clicca qui

WhatsApp Image 2017-04-24 at 18.44.19Presenti: Jesus Moran, Beatrice Lorenzin, Livia Turco, Vittorio Pelligra. Modera il giornalista Rai Ignazio Ingrao

WhatsApp Image 2017-04-24 at 17.34.50Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, più volte parlamentare e ministro Livia Turco e il CoPresidente del Movimento dei Focolari Jesus Moran

Diretta mandata via streaming durante il convegno. Ora è possibile rivedere il focus avviando il video che segue

A conclusione della giornata del Villaggio, la Santa Messa celebrata dal Cardinale Joao Braz de Aviz, e a seguire un brindisi a sorpresa per festeggiare tutti insieme il suo compleanno

WhatsApp Image 2017-04-24 at 21.42.51

WhatsApp Image 2017-04-24 at 21.43.07Il Cardinale Joao Braz de Aviz con i Giovani per un Mondo Unito

Alla tenda del dialogo ore 10 si presenta il libro “Lutero l’uomo della Rivoluzione” di Mario dal Bello

Intervengono l’autore del libro Mario Dal Bello, Heike Vesper, luterana, ollaboratrice del Centro Uno, Centro Internazionale per il dialogo ecumenico del Movimento dei Focolari, Claudio Guerrieri, docente di filosofia e storia, Commissione per il dialogo ecumenico, roma. Modera il giornalista Aurelio Molè, Città nuova. Elena Cardinali legge alcuni brani

Presentazione del libro “Lutero, l’uomo della Rivoluzione” di Mario dal Bello. Con Mario Dal Bello intervengono: Heike Vesper, luterana, Claudio Guerrieri, docente di filosofia e storia, Commissione per il dialogo ecumenico, roma. Modera il giornalista Aurelio Molè, Città nuova

Alla Tenda Convegni ore 10.30 il Focus. Economia di Comunione: L’Economia del Villaggio, la comunità e le imprese.

Ospite il prof. Stefano Zamagni, ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna e Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center. Modera la giornalista Rai Paola D’Angelo.
Evento promosso da: E.diC. Spa / Polo Lionello Bonfanti, AIPEC, APS “Nuove Vie per un Mondo Unito”. Per leggere l’intervista al Prof. Zamagni su Radio Vaticana , clicca qui

WhatsApp Image 2017-04-24 at 11.01.16Focus Economia di Comunione. L’Economia del Villaggio, la comunità e le imprese. Introducono Pierluigi Sassi e Giorgio del Signore

WhatsApp Image 2017-04-24 at 11.17.19Intervengono in un primo momento: Emma Ceccarella Presidente del Forum Associazioni familiari del Lazio, Ornella Seca Imprenditrice e vicepresidente Aipec, Marco Titli studente di Economia, Beatrice Cerrino insegnante, Edoardo Laganà per le azioni di volontariato legate all’Economia di Comunione. Modera la giornalista Rai Paola D’Angelo

WhatsApp Image 2017-04-24 at 11.46.51L’intervento del Prof. Stefano Zamagni, ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna

WhatsApp Image 2017-04-24 at 11.51.27Prof. Stefano Zamagni

Alle 12:00 tutto si ferma per il Time-Out

WhatsApp Image 2017-04-24 at 12.01.40Per il Time-out si ferma anche la sala Convegni.

Intanto nella Tenda Bambini ore 11: Laboratorio “In una famiglia più grande ti spiego le tasse”

Bambini e ragazzi partecipano al laboratorio “In una famiglia più grande ti spiego le tasse” tenuto dall’Ordine Dottori Commercalisti e degli Esperti Contabili di Roma

WhatsApp Image 2017-04-24 at 11.10.48I bambini e i ragazzi al laboratorio “In una famiglia più grande ti spiego le Tasse”WhatsApp Image 2017-04-24 at 10.44.46Dott.ssa Antonia Coppola CommercialistaLaboratorio Naturarte con Valentina Marino

Immagine-2-2.pngAnche la Lorenzin al Villaggio dei Bambini

In giro per il Villaggio

WhatsApp Image 2017-04-24 at 10.39.01Si tira di scherma allo stand del Gruppo Sportivo Fiamme Oro

La comunità Emmaus di Roma si presenta

Condividere e’ urgente – Abbe’ Pierre – per saperne di più

La comunità Emmaus di Roma si presenta

L’infoPoint!!

WhatsApp Image 2017-04-25 at 23.20.37

Tenda del dialogo: Riflessioni in forma d’arte. Fratellanza.

Brani scelti sulla fratellanza letti da attori interpellati dalla Scholas Occurrentes.
Con la partecipazione dell’attore Andrea Paolotti

WhatsApp Image 2017-04-24 at 14.59.56

WhatsApp Image 2017-04-24 at 15.21.31Il prof. Italo Fiorini interviene in riferimento al progetto della Fondazione Scholas Occurrentes

Sempre alla Tenda del Dialogo arriva un gruppo proveniente dalla Svezia che desiderava incontrare la comunità del Movimento dei Focolari

WhatsApp Image 2017-04-24 at 16.11.54Il Gruppo Svedese venuto al Villaggio per conoscere la comunità del Movimento dei Focolari

E il Team della Comunicazione, una parte

WhatsApp Image 2017-04-24 at 19.13.40Ufficio StampaWhatsApp Image 2017-04-24 at 19.15.48E qui si trasmette la diretta del Focus via Streaming su Facebook

Nessun commento

Il Cardinale Parolin, Segretario di Stato Vaticano, al Villaggio per la Terra 2017

Il Cardinale Parolin, Segretario di Stato Vaticano, al Villaggio per la Terra

Oggi 23 Aprile, il cardinale Parolin, Segretario di Stato Vaticano e’ arrivato al Villaggio per la Terra, per passare una parte della giornata con noi.

Dopo un primo giro nella piazza del Villaggio, il Cardinale e’arrivata nella sala Convegni, dove gli abitanti del Villaggio lo attendevano.

img_9838Dopo i saluti del dott Cattaneo, DG della Treccani e del dott. Illomei della Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), introdotta da Pierluigi Sassi, Antonia Testa per il Movimento dei Focolari ha spiegato al Cardinale che cosa era questo Villaggio, come era nata questa collaborazione tra Focolari e Earth Day Italia e come dopo la visita del Papa dello scorso anno, tutti avevano continuato ad operare per trasformare i deserti in foresta in questa nostra città di Roma.

img_9845Il Cardinal ha poi preso la parola e ha ringraziato tutte le persone che hanno preso parte e operano per il Villaggio per la Terra per l’impegno dimostrato e ha richiamato il messaggio lasciato qui da Papa Francesco lo scorso anno. ”Vi ringrazio per avermi invitato al Villaggio per la Terra. Il nostro impegno è custodire il pianeta e far si che i beni del Creato diventino patrimonio comune, a disposizione anche dei più bisognosi. L’importante è agire tutti insieme. Il messaggio di Papa Francesco dello scorso anno ‘Voi trasformate i deserti in foreste’ è rimasto inciso come un programma di vita e di azione”.

img_9846Il Cardinale ha poi celebrato la Santa Messa, a conclusione della quale si è spostato nella tenda dei Bambini e dove il team del villaggio dei bambini gli ha consegnato il badge con le dieci regole del Villaggio.

Per approfondire clicca quiclicca qui

Nessun commento

IL 23 APRILE 2017: COSA È ACCADUTO AL VILLAGGIO PER LA TERRA

Il 23 aprile: cosa è accaduto

Il Segretario di Stato Vaticano, Cardinale Parolin arriva al Villaggio per la Terra

Il cardinale Parolin, Segretario di Stato Vaticano arriva al Villaggio per la Terra

Il vice ministro per l’ambiente Olivero

Il dott. Ivan Illomei del Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi)

Antonia Testa

Massimo Brai direttore generale Treccani

Il saluto del Cardinale Parolin agli abitanti del Villaggio per la Terra

A fine messa il team del villaggio dei bambini ha consegnato al Segretario di Stato card Parolin il badge per lui con le dieci parole da vivere insieme

Tenda del Dialogo. Focus EdC: “Progetti di sviluppo oggi: “Comunità che generano lavoro e creano imprese”. Durante l’evento si è consegnata una donazione in memoria della nostra Paola Bartola

WhatsApp Image 2017-04-23 at 19.57.07Focus EdC: “Progetti di sviluppo oggi: “Comunità che generano lavoro e creano imprese”. Durante l’evento si è consegnata una donazione in memoria della nostra Paola Bartola

Focus EdC: “Condivisione di Passioni, idee e progetti per attivare il presente” ; Teamwork dinamico. EOC IIN: #ShareYourTalent – Gruppo Giovani EdC

WhatsApp Image 2017-04-23 at 16.57.12Focus EdC: “Condivisione di Passioni, idee e progetti per attivare il presente” ; Teamwork dinamico. EOC IIN: #ShareYourTalent – Gruppo Giovani EdC

Allo Stand di Ciro (Roberto Cipollone)

WhatsApp Image 2017-04-23 at 18.42.44La natura di Ciro

Focus Spazio Psicologia e Comunione

Per saperne di più, leggi l’articolo di Città nuova cliccando qui

WhatsApp Image 2017-04-23 at 16.47.07Focus Spazio Psicologia e Comunione

Presentazione del libro “Sotto i nostri piedi. Storie di terremoti, scienziati e ciarlatani”. Del ricercatore dott. Alessandro Amato dell’ INGV

WhatsApp Image 2017-04-23 at 22.58.55Presentazione del libro “Sotto i nostri piedi. Storie di terremoti, scienziati e ciarlatani”. Del ricercatore dott. Alessandro Amato dell’ INGV

Focus Pace e Generazioni: La seconda Vita degli invisibili – Fare sistema oltre l’accoglienza

Per saperne di più clicca qui

WhatsApp Image 2017-04-23 at 15.27.56Focus Pace e Generazioni: La seconda Vita degli invisibili – Fare sistema oltre l’accoglienzaWhatsApp Image 2017-04-23 at 15.27.52Focus Pace e generazioni: La seconda Vita degli invisibili. Clara Anacito racconta di Siracusa

La nostra band!

WhatsApp Image 2017-04-23 at 14.55.28La nostra Band… Le Voci!WhatsApp Image 2017-04-23 at 14.55.41la nostra band… i musicisti

Focus EdC “Finanza etica e microcredito: la MECC, microcredito per l’economia civile e di comunione” MECC, EdiC SPA, Fondazione comunità di Messina

Per saperne di più clicca qui

WhatsApp Image 2017-04-23 at 15.09.00Focus EdiC “Finanza etica e microcredito: la MECC, microcredito per l’economia civile e di comunione” MECC, EdiC SPA, Fondazione comunità di Messina

Focus Economia di Comunione: Imprese che creano valore e valori: per la persona, per la famiglia, per la comunità – EdiC Spa, Polo Lionello, AIPEC, forum associazioni familiari del Lazio

Per avere più informazioni clicca qui

WhatsApp Image 2017-04-23 at 13.04.23Focus Economia di Comunione: Imprese che creano valore e valori: per la persona, per la famiglia, per la comunità – EdiC Spa, Polo Lionello, AIPEC, forum associazioni familiari del LazioWhatsApp Image 2017-04-23 at 13.05.46Focus EDCWhatsApp Image 2017-04-23 at 13.18.46Focus EdC

I ragazzi per l’Unità al Muretto: Guerra e Pace, che fare?

rPPURagazzi per l’Unità: Guerra e Pace, che fare?

WhatsApp Image 2017-04-23 at 12.36.16Allo Stand dei Ragazzi per l’Unità

In giro per il Villaggio

WhatsApp Image 2017-04-23 at 12.35.25Su e Giù dal Pincio al Galoppatoio: La quarta camera d’aria

WhatsApp Image 2017-04-23 at 12.24.09Lo Stand di Città Nuova

WhatsApp Image 2017-04-23 at 12.23.40Allo Stand Economia di Comunione

WhatsApp Image 2017-04-23 at 12.21.01Flash Mob al Pincio

A fine messa il team del villaggio dei bambini ha consegnato al Segretario di Stato card Parolin il badge per lui con le dieci parole da vivere insiemeBadge del Villaggio per la Terra del Cardinale Parolin

Il saluto del Cardinale Parolin agli abitanti del Villaggio per la TerraMassimo Brai direttore generale TreccaniAntonia TestaIl dott. Ivan Illomei del Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi)Il vice ministro per l’ambiente Olivero

Il cardinale Parolin, Segretario di Stato Vaticano arriva al Villaggio per la TerraIl risveglio muscolare delle gen3 dal palco del Pincio

Geronimo Stilton sul palco del Pincio

I forestali

Nessun commento

Omelia del cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, durante la Messa celebrata al Villaggio della Terra 2017

Roma, Villa Borghese, 23 aprile 2017

Omelia del cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, durante la messa celebrata al Villaggio della Terra

Risuona anche oggi forte e gioioso, l’annuncio della Pasqua. Gesù Cristo, il Crocifisso, è risorto dai morti, “è veramente risorto”.

Si tratta dell’annuncio fondamentale del messaggio cristiano, il centro della nostra fede. “Se Cristo non è risorto è vana la nostra fede e noi siamo da compiangere più di tutti gli uomini”, afferma san Paolo.

E si capisce perché sant’Agostino può dire che “la fede dei cristiani è la risurrezione di Cristo”.

Che Cristo sia morto tutti lo credono, anche i pagani, ma che sia risorto solo i cristiani lo credono. E non è cristiano chi non lo crede.

Papa Francesco in una delle sue prime catechesi definisce la risurrezione di Gesù il cuore della nostra speranza. E della speranza ci parlava soprattutto la seconda lettura della prima lettera di san Pietro Apostolo. Ed è la risurrezione il cuore della nostra speranza perché ci apre alla speranza più grande, perché apre la nostra vita e la vita del mondo al futuro eterno di Dio, alla felicità più grande, alla certezza che il male, il peccato e la morte possono essere vinti.

E questo porta a vivere con più fiducia le realtà quotidiane, da affrontarle con coraggio e con impegno.

Allora, cari amici, la prima cosa da fare in questa santa messa, è chiederci con sincerità se noi crediamo veramente alla risurrezione di Cristo. Se ci crediamo fermamente, se ci crediamo con il cuore, come dice Paolo: “Se nel tuo cuore crederai che Dio lo ha risuscitato dai morti, allora sarai salvo”.

Oppure se la nostra fede è, come si dice, all’acqua di rose, per superficialità, a volte per indifferenza, occupati da mille cose che ci sembrano più importanti della fede, per una visione orizzontale della vita.

Facciamo tutti questa mattina un piccolo sforzo di riflessione. Può darsi che ci troveremo di fronte ad un magro risultato, cioè una fede nella risurrezione di Gesù debole, fragile, attraversata da tanti interrogativi e da tanti dubbi.

L’importante è che ci sia qualche scintilla di interesse in fondo al nostro animo. L’importante è che non reagiamo qui alla stessa maniera degli ateniesi a san Paolo, che nell’Areopago di Atene aveva predicato della risurrezione di Gesù. Quando sentirono parlare di risurrezione alcuni lo deridevano e altri gli dicevano: su questo ti sentiremo un’altra volta. Una chiusura davvero totale, senza lasciare spazi a nessuna apertura.

Basta invece una scintilla d’interesse. Ma la scintilla d’interesse per le cose di Dio, in fondo è una scintilla di interesse per noi stessi, per la parte più vera, più profonda, più essenziale di noi stessi. Perché l’uomo che si apre a Dio non è più il viandante smemorato che non conosce da dove venga e non ricorda verso dove sta andando, ignorando perché va a lavorare, a soffrire, non è più il vagabondo perso dietro ogni capriccio che cerca di inseguire ogni miraggio, ogni satisfazione effimera, o illusorio piacere, non è più l’egocentrico e solitario privilegiato che vive per se stesso e chiude gli occhi di fronte all’angoscia degli altri. E se c’è questa scintilla non dobbiamo spaventarci per i nostri dubbi. Gli stessi dubbi li avevano gli apostoli, i primi discepoli.

Interessante notare che questi vengono richiamati, puntualmente direi e con insistenza nel racconto dei Vangeli. Marco ad esempio scrive che Gesù risorto apparve prima a Maria di Magdala e poi a due di loro mentre erano in cammino verso la campagna. Ebbene, sia Maria di Magdala che i due, nel vangelo che conosciamo come i discepoli di Emmaus, andarono ad annunciare agli altri, a questi altri che non credettero, tanto è che Gesù li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto alla testimonianza di chi aveva visto Cristo risorto.

Così avviene al momento in cui Gesù ascende al Cielo. Quando lo videro, dice l’evangelista, i discepoli si prostrarono innanzi, alcuni però, dubitavano.

Addirittura si dice che c’è una variante della traduzione che dice ‘tutti dubitavano’. Speriamo che siano solo alcuni e che la maggioranza avesse creduto alla risurrezione di Gesù.

E in Giovanni abbiamo Tommaso. Lo abbiamo sentito appena raccontare: “Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi, e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò”.

Quanti dubbi quindi anche tra i più vicini a Gesù. Ma questi dubbi vengono ricordati soprattutto per aiutare, per irrobustire, la nostra fede.

Confermava san Gregorio Magno nei confronti di Tommaso: “L’incredulità di Tommaso ha giovato a noi molto di più riguardo alla fede che non la fede degli altri discepoli. Mentre infatti Tommaso è condotto alla fede con il tatto la nostra mente viene consolidata nella fede con il superamento di ogni dubbio”. Grazie a Tommaso noi siamo rassicurati che le apparizioni di Gesù Risorto ai suoi non sono immaginazioni o allucinazioni della loro mente, prodotti della loro fantasia, della loro esaltazione mistica, ma sono incontri con una persona reale, una persona viva, con lo stesso identico Gesù che era stato con loro durante gli anni della vita pubblica, che gli uomini avevano crocifisso e che Dio aveva fatto risuscitato dai morti.

Noi crediamo in base a questa testimonianza.

Siamo tra coloro che sono detti beati perché senza aver visto abbiamo creduto. Questa è l’ultima beatitudine del vangelo. “Beati quelli che crederanno senza aver visto”, non pronunciato sul monte con le altre, ma la più ardita e promettente, quella che è a un passo dalla portata di tutti.

Anzi più si allunga il tempo da quella prima pasqua, più ci vogliono anime pure, sfavillanti, così luminose che da mettere da parte i sensi, quei cinque sensi che tanto assomigliano a ai portinai diffidenti, e abbandonarsi alla fede.

Mi auguro fratelli e sorelle che ciascuno di noi sia questa anima pura e sfavillante, questa anima luminosa, che può compiere questo cammino di fede, di arrivare alla professione di fede che è la più alta di tutto il vangelo, pronunciato dall’incredulo Tommaso: “Signore mio e Dio mio”.

Vorrei ricordare un segno della risurrezione che è proprio la comunità nata dall’esperienza di Gesù risorto, la comunità cristiana. La Chiesa di essa, tratta dalla prima lettura degli Atti degli Apostoli, ci ha mostrato i tratti ideali: una chiesa che persevera negli insegnamenti degli apostoli, nell’amore fraterno, che si traduce soprattutto nell’andare incontro alle necessità dei più bisognosi, nella celebrazione dell’eucaristia, e nella preghiera.

La Chiesa deve sempre ispirarsi e confrontarsi su di essi. Essi deve sempre tradurre nelle diverse epoche e contingenze storiche per essere la comunità del risorto, per essere segno e trasparenza di comunione. E credo che il Movimento dei Focolari si ispira a questa visione della Chiesa, che è semplicemente la Chiesa. È patrimonio dei Focolari ed è patrimonio di tutta la Chiesa, ma voi volete sottolineare in beneficio di tutta la Chiesa proprio questa dimensione di comunione, che si costruisce attorno al Signore Risorto e si manifesta nell’amore fraterno.

Oggi siamo qui a partecipare alla santa Messa all’interno delle celebrazioni italiane della Giornata mondiale della Terra. Un tema specifico su cui intendono focalizzarsi che è quello del dialogo interculturale e interreligioso per la pace.

Anche attraverso l’impegno su questi due fronti, che sono fronti di grande attualità, la Chiesa vuole testimoniare al mondo la attualità della risurrezione del Signore.

“Pace a voi” è il saluto con cui Gesù si rivolge ai suoi apostoli quando appare in mezzo a loro. Un saluto ripetuto due volte, che diventa dono e impegno: “Pace a voi”. Papa Francesco nell’Evangeli Gaudium ha ribadito che il dialogo interreligioso è una condizione necessaria per la pace nel mondo e per tanto un dovere per i cristiani come per le altre comunità religiose.

Nel senso ancora più largo, il dialogo come atteggiamento e come metodo, occupa un posto centrale nel pensiero del Papa nella sua più vasta accezione, dentro e fuori la Chiesa, con le persone e le istituzioni, nella convinzione che dove si dialoga con rispetto e con simpatia verso l’interlocutore si riceve luce nella propria ricerca della verità e della fraternità.

E sul tema della terra non occorre che aggiunga altro perché già gli interlocutori che hanno parlato prima hanno fatto riferimento alla Laudato si’ sulla cura della casa comune.

Cito soltanto alcuni passi del n. 2: “Questa nostra sorella, la terra, protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei. La violenza che c’è nel cuore umano, ferito dal peccato, si manifesta nei sintomi di malattia che avvertiamo nel suolo, nell’acqua, nell’aria e negli esseri viventi (…). Ma Gesù risorto ha dato alla sua Chiesa proprio il potere contro il peccato che è all’origine di tutti questi disordini”.

E noi cristiani dobbiamo dirlo, che alla radice ci sta questo male fondamentale, questo inquinamento dei rapporti nei confronti di Dio, di noi stessi, degli altri, del creato. Gesù risorto ha dato alla sua Chiesa il potere contro il peccato: “A coloro a cui perdonerete i peccati li saranno perdonati; coloro a cui non perdonerete i peccati non saranno loro perdonati”. E quindi questa vittoria sul peccato si manifesterà anche come atteggiamento nuovo nel confronto del creato, come promozione di un’ecologia integrale vissuta con gioia e autenticità sull’esempio di san Francesco d’Assisi, secondo le parole che papa Francesco ha pronunciato in questo stesso luogo l’anno scorso, la parola chiave per andare con gli altri a trasformare ‘questo deserto diventi in foresta’.

Continuate cari amici ad impegnarvi in questa direzione, perché vale la pena lavorare per la custodia del creato. Anche il più piccolo sforzo non va perduto. Perché se al momento non vediamo ancora gli effetti della risurrezione del Signore, però sappiamo una cosa. Ci troviamo come tra due campi di gravitazione: da una parte il bene e da una parte il male, ma da quando Cristo è risorto la gravitazione dell’amore è più forte di quello dell’odio, da quando Cristo è risorto la forza di gravità della vita è più forte di quella della morte.

Nessun commento

La sindaca di RomaVirginia Raggi al Villaggio

E al Villaggio per la Terra oggi e’ arrivata anche la sindaca di Roma Virginia Raggi  insieme alla famiglia, accolta da Antonia e Donato.

La prima tenda che ha visitato nel nostro villaggio e’stata la tenda dei bambini. Lorenzo e Maria Russo proprio con i più piccoli le hanno consegnato le regole con le quali tutti noi ci siamo impegnati a vivere in questo Villaggio per la Terra.

Un villaggio inserito nel cuore della sua e nostra città.

La sindaca ha poi proceduto nel suo giro tra gli stand insieme al figlio che ha potuto partecipare a tanti dei nostri laboratori.

Nessun commento

IL 22 APRILE 2017: COSA È ACCADUTO AL VILLAGGIO PER LA TERRA

Il 22 Aprile… Cosa e’accaduto

Focus la forza della fragilità

Il valore della relazione interpersonale nel contesto medico-sanitario. Per saperne di più clicca qui

Focus la forza della fragilitàFocus la forza della fragilità

Alla tenda del dialogo Swing e battute sull’amore-  – arteteca

Per saperne di più clicca qui

Swing e battute sull’amore- alla tenda del dialogo – arteteca

Tenda del dialogo – Dialogo sulla Pace La pace nel dialogo interreligioso cristiano-musulmano

Per saperne di più clicca qui

Tenda del dialogo – Dialogo sulla Pace La pace nel dialogo interreligioso cristiano-musulmano

Al mitico Info Point

Presentazione del libro “Senza di te il treno non parte”. di Marco Voleri.

L’autore e tenore livornese ci racconta il suo secondo romanzo. Per saperne di più clicca qui

Tenda Meeting – Presentazione del libro “Senza di te il treno non parte” del tenore Marco Voleri

Tenda Convegni: Focus Pace e ambiente

Focus Pace e Ambiente: Antonio Diana, imprenditore nel settore del riciclaggio nella terra dei FuochiFocus Pace e Ambiente: Fondazione DianaWhatsApp Image 2017-04-22 at 15.14.07Focus Pace e ambiente

img_9793 Tenda Convegni Focus Pace e ambiente Grammenos Mastroieni, diplomatico e docente, Eleonora Corsaro, viceprefetto al Ministero degli interni, Antonio Diana, imprenditore nel settore del riciclaggio nella Terra dei Fuochi

Tenda del dialogo: Riflessioni in forma d’arte – Alessio De Caprio in Bucefalo il pugilatore, accompagnato dal musicista Fabio Raspa. Momento di profonde e commoventi riflessioni..

WhatsApp Image 2017-04-22 at 15.45.40Tenda del dialogo – Riflessioni in forma d’arte – Roma ai tempi della Guerra – Bucefalo il Pugilatore

Riflessioni in forma d’arte – Alessio De Caprio in Bucefalo il pugilatore, accompagnato dal musicista Fabio Raspa. Momento di profonde e commoventi riflessioni..

Tenda del Dialogo – Focus “La Riconciliazione possibile. Esperienza di una famiglia”

WhatsApp Image 2017-04-22 at 15.42.38Tenda del Dialogo – Focus la riconciliazione possibile. Esperienza di una famiglia

WhatsApp Image 2017-04-22 at 15.38.40PINCIO – Focus Trasformiamo i deserti in Foresta: Sabrina Alfonsi – Presidente I MunicipioWhatsApp Image 2017-04-22 at 15.48.17PINCIO – Focus Pace e Ambiente – Gregory Eve – Startupper e fondatore di GreenApes

Il Flash Mob al Villaggio

Flash Mob

Flash Mob al Villaggio: con Roberto Biasini e Fatima Lucarini

WhatsApp Image 2017-04-22 at 10.48.44
Terrazza del Pincio

Alla tenda dei Bambini – Laboratorio Costruiamo il Dado della Terra

bambini22Tenda dei Bambini – Laboratorio Costruiamo il Dado della Terra

Nessun commento

IL 21 APRILE 2017: COSA È ACCADUTO AL VILLAGGIO PER LA TERRA

Video:

Inaugurazione del Villaggio con Antonia Testa, Donato Falmi e Pierluigi Sassi

Prof. Carlo Doglioni, presidene INGV

Ciro Roberto Cipollone, artista, al Villaggioper la Terra 2017

Esperienza “Cosa possiamo fare per Amatrice”

Foto:

Focus “Cosa possiamo fare per la gente di Amatrice?”

AMU – AFN Progetto RImPRESA

Testimoni della prima ora del Movimento dei Focolari – tenda del dialogo

Cyberbullismo: Marco Valerio Cervellini Polizia Postale

Focus Vita da Bullo e Forza del noiFocus: Vita da Bullo e Forza del noi

Siracusa Summer campus e Economia Disarmata: esperienze

Riflessioni in forma d’arte -tenda del dialogo

Progetto Sempre Persona- tenda del dialogoWhatsApp Image 2017-04-21 at 12.50.54 (1).jpegPremiazione Basta ConoscersiIl muretto dei Ragazzi per l’Unita’ministro ambientevillaggiobambiniMinistro dell’Ambiente Gianluca Galletti al Villaggio dei Bambini che ascolta insieme a loro le storie del Giornalino Big (Bambini in Gamba)WhatsApp Image 2017-04-21 at 12.19.19Il ministro dell’Ambiente Galletti al Laboratorio Del Giornalino BIGSchermata 2017-04-21 a 12.15.11 PMAntonia, Donato e Pierluigi danno il Via al Villaggio per la Terra

WhatsApp Image 2017-04-21 at 10.30.41Gli sbandieratori di ViterboWhatsApp Image 2017-04-21 at 10.48.20Fabrizio Curcio Capo del Dipartimento della Protezione Civile

Nessun commento

Villaggio per la Terra 2017: ecco le mappe

La Mappa del Galoppatoio

mappa illustrata_galoppatoio5

La mappa del Pincio

mappa illustrata_pincio

Nessun commento

Villaggio per la Terra 2017: in attesa dell’inizio ecco alcune interviste

Le interviste da fare

  • 21 Aprile intervista Antonia e Pierluigi su TGR Lazio ore 10:00

Le interviste già fatte

  • 20 aprile ore 16:00 Antonia e Pierluigi su Rai 3 sono stati ospiti alla trasmissione Aspettando Geo-Geo, su Rai3, ecco il link dal minuto 00:30:30 al minuto 00:37:54.
  • 19 aprile intervista alle 16 in diretta a Pierluigi e Antonia su Radio Vaticana canale 105
  • 19 aprile ore 8:00 intervista a Pierluigi  alla trasmissione Bel tempo si Spera, su TV2000 in diretta
  • 18 aprile interviste a Donato e a Pierluigi per Radio VaticanaEcco il link
  • 17 aprile intervista ad Antonia e Pierluigi su Tg2 Lavori in Corso, su Rai2Ecco il link. Dal minuto 03:33 al minuto 24:30
  • 16 aprile contributo di Maria Chiara (Focolari) e Silvia (EDI) oggi durante la diretta della Messa del Papa su RaiUno. Ecco il link dal minuto 02:01:07 al minuto 02:02:16
  • 15 aprile intervista ad Antonia su Il caffè di Rai Uno, su Rai1Ecco il link. dal minuto 25’06” a 29’03”
  • 14 aprile intervista ad Antonia e Pierluigi al TgR Buongiorno Regione, su Rai 3 ore 7.30

Nessun commento

Le regole del Villaggio dei Bambini 2017 e … non solo

Nessun commento

UN ASSAGGIO DEL PROGRAMMA DEL VILLAGGIO PER LA TERRA 2017

mariapoli-2016-2 Ecco qui di seguito, un assaggio del programma generale, di quello per ragazzi e di quello per bambini che si terrà al Villaggio per la Terra dal 21 al 25 Aprile. Gli orari e le location degli eventi in questi giorni prima del Villaggio potrebbero variare. Suggeriamo di considerare come orari e location sempre aggiornate, quelle dei link presi dal sito del villaggio per la Terra. In questo spazio comunque cercheremo di seguire con rapidità questi cambiamenti, inserendo gli aggiornamenti dove necessario.

Un Assaggio del Programma Generale

VENERDI 21 APRILE Festival dell’Educazione ambientale

SABATO 22 Aprile Festival dell’Educazione ambientale

  • Santa Messa
    • Galoppatoio - ore 8:30
  • Momento artistico sulla Pace curato da Fatima Lucarini e Roberto Biasini
    • Pincio - ore 11:30
    • galoppatoio tenda convegni ore 12.30
    • galoppatoio tenda convegni ore 16.30
    • Pincio - ore 19.10
  • Time-out per la Pace
    • Terrazza del Pincio - ore 12:00
    • Galoppatoio Tenda Convegni - ore 12:30
  • Focus La riconciliazione possibile: Testimonianza di una famiglia
    • Galoppatoio Tenda del Dialogo - ore 12:30 - 13:00
  • Focus Pace e Ambiente: Perchè la tutela dell’ambiente non può esistere senza forme di difesa e di promozione della dignità umana
    • Galoppatoio - Tenda Convegni - ore 15:00 - 16:00
  • Pace e Ambiente - Riflessioni in forma d’arte. Roma ai tempi della Guerra - Bucefalo il Pugilatore - scritto, diretto ed interpretato da Alessio De Caprio, musiche eseguite dal vivo da Fabio Raspa)
    • Galoppatoio - Tenda del Dialogo - ore 15:00 - 16:00
  • Presentazione del libro di Marco Voleri “Senza di te il treno non parte” - L’autore e tenore livornese ci racconta il suo secondo romanzo
    • Galoppatoio Tenda Meeting- ore 16:00
  • Dialogo sulla Pace La pace nel dialogo interreligioso cristiano-musulmano. Ospiti: l’Imam Mohamed Ben Mohamed, della moschea AL Huda di Roma, Presidente delle Associazioni islamiche di Italia e Rémi Caucanas, già direttore de l’Institut Catholique de la Méditerranée (ICM) di Marseille (Francia) Testimonianza: Alessandra e Rocco Greco
    • Galoppatoio Tenda del Dialogo - ore 16:15  17:30

DOMENICA 23 APRILE Festival dell’Economia Circolare

LUNEDI 24 APRILE Festival dell’Economia Circolare

  • Presentazione del libro “Lutero. L’uomo della Rivoluzione”. Di Mario Dal Bello. (Città Nuova, 2017). Con Mario Dal Bello intervengono: Heike Vesper, luterana, Claudio Guerrieri, docente di filosofia e storia, Commissione per il dialogo ecumenico, roma. Modera il giornalista Aurelio Molè, Città nuova. L’attrice e scrittice Eleonora Mazzoni leggerà brani del libro.
    • Galoppatoio - Tenda del Dialogo - ore 10:00
  • Economia di Comunione: Economia di Comunione. L’Economia del Villaggio, la comunità e le imprese. Ospite il prof. Stefano Zamagni, professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna. Evento promosso da: E. di C. Spa / Polo Lionello Bonfanti, AIPEC, APS, “Nuove Vie per un Mondo Unito”. L’evento è il 3° del percorso di formazione all’economia civile e di comunione proposto nella città di Roma.
    • Galoppatoio - Tenda Convegni - ore 10:30 - 12:00
  • La Comunità Emmaus di Roma si presenta “Condividere è urgente” - Abbè Pierre
    • Galoppatoio - Tenda del dialogo - ore 12.15

MARTEDI 25 APRILE Festival dell’Economia Circolare

E un assaggio del programma Ragazzi

VENERDI 21 APRILE

SABATO 22 APRILE

DOMENICA 23 APRILE

LUNEDI 24 APRILE

MARTEDI 25 APRILE

E un assaggio del programma Bambini

VENERDI 21 APRILE

  • La pace vien leggendo. Letture ad alta voce per bambini e i loro familiari. Proposte di libri e storie per conoscersi, accogliere l’altro e per scoprire la bellezza della natura che ci circonda.
    • Galoppatoio - Tenda dei bambini - dalle ore 17.30 alle ore 18.00
  • Altri laboratori in programma venerdi 21 Aprile

SABATO 22 APRILE

DOMENICA 23 APRILE

  • Laboratorio “In gioco” con gli esperti della vita - Attraverso il gioco, verrà proposta una esperienza di fraternità tra generazioni per una società accogliente e inclusiva. Porta con te un gioco della tua infanzia! Impareremo i giochi di una volta e quelli più attuali!!! Vieni sarà un’esperienza unica!
    • Galoppatoio - Tenda dei bambini -  dalle ore 15.00 alle ore 16.15
  • “Costruiamo il Dado della Terra”!
    • Galoppatoio - Tenda dei bambini - Tutto il giorno
  • Laboratorio interattivo Bambini in Gamba… Per la Pace
    • Galoppatoio - Tenda dei bambini - Tutto il giorno
  • La pace vien leggendo. Letture ad alta voce per bambini e i loro familiari. Proposte di libri e storie per conoscersi, accogliere l’altro e per scoprire la bellezza della natura che ci circonda.
    • Galoppatoio - Tenda dei bambini - dalle ore 17.00 alle ore 17.30

LUNEDI 24 APRILE

MARTEDI 25 APRILE

locandina-bambini1

Nessun commento

Dal 21 al 25 aprile 2017 ritorna a Roma il Villaggio per la Terra

#iocitengo #earthday2017 #villaggioperlaterra

______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Sulla terrazza del Pincio e al Galoppatoio di Villa Borghese cinque giornate dedicate alla tutela del Pianeta, animate da musica, scienza, sport, giochi, arte e tanto buon cibo, e arricchite da festival sull’economia circolare, mobilità sostenibile, educazione ambientale, libri, Erasmus.

Pierluigi Sassi, Earth Day Italia: no ai muri e allo sfruttamento delle risorse

Antonia Testa e Donato Falmi, Movimento dei Focolari: il dialogo trasforma i conflitti in opportunità

L’evento è organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

L’ingresso alla manifestazione e a tutti gli eventi è gratuito

_________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

www.villaggioperlaterra.it

img_20160422_112407

Roma, 23 marzo 2017 - Si avvicina l’appuntamento con il Villaggio per la Terra, che si svolgerà a Roma dal 21 al 25 aprile al Galoppatoio di Villa Borghese e sulla Terrazza del Pincio, con una cinque giorni di iniziative dedicate alla tutela del pianeta, per creare e diffondere una maggiore sensibilizzazione verso l’ambiente attraverso la condivisione, il divertimento, la conoscenza, le esperienze. Tema di quest’anno il Dialogo interculturale.

GLI EVENTI. Dedicato sia ai grandi che ai più piccoli, agli sportivi, alle famiglie, agli studenti e agli esperti, nel villaggio sono in programma eventi di musica, scienza, sport, giochi, arte e cibo. Tra le attrattive ci saranno laboratori ludici, didattici, un villaggio dei bambini, laboratori di sismologia e vulcanologia, il planetario gonfiabile, corsi di giornalismo ambientale, dimostrazioni sportive a cura di campioni olimpici e paralimpici, biciclettate, tornei e competizioni sportive. Si svolgono poi diversi festival tematici, dedicati all’economia circolare, alla mobilità sostenibile, all’educazione ambientale, ai libri, alla festa dell’Erasmus e il forum  ‘Cambiamenti climatici e migrazioni forzate’ dedicato al tema del drammatico aumento di eco-rifugiati nel mondo. Al Galoppatoio di Villa Borghese è stato allestito anche un villaggio sportivo in collaborazione con il CONI.

L’EARTH DAY ITALIA. Al Villaggio per la Terra si celebrerà anche l’Earth Day, giunto alla sua 47ma edizione, l’evento più importante al mondo per la sensibilizzazione alla tutela della Terra, celebrato da un miliardo di persone nei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite. Sulla terrazza del Pincio si svolgerà il Concerto per la Terra di cui nei prossimi giorni sarà svelata la line up artistica.

DAL MESSAGGIO DEL PAPA ALLA RICERCA DEL DIALOGO. Dallo scorso anno Earth Day Italia (promotore storico dell’iniziativa) organizza il Villaggio per la Terra insieme al Movimento dei Focolari di Roma. L’evento è organizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente. La scorsa edizione è stata segnata dall’arrivo a sorpresa di Papa Francesco con il suo forte messaggio ai partecipanti “Trasformate deserti in foreste” che ha spinto Movimento dei Focolari ed Earth Day Italia a dedicare l’edizione di quest’anno al Dialogo Interculturale per la Pace, ponendo così l’accento sull’urgenza assoluta di costruire ponti e abbattere muri, nella convinta ricerca di quell’unità mondiale senza la quale è impossibile rimettere al centro l’uomo e la sua felicità.

EARTH DAY ITALIA: BASTA MURI E SFRUTTAMENTO RISORSE. “Se lo scorso anno abbiamo festeggiato lo storico accordo sul clima di Parigi che vedeva uniti i 193 Paesi dell’ONU nella volontà di contenere le emissioni di C02, quest’anno Earth Day Italia vuole lanciare un messaggio forte e di stimolo nei confronti di tutte quelle politiche che, cavalcando il generale clima di sfiducia e rabbia, alzano muri e continuano a sfruttare senza remore le risorse naturali - dichiara Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia. Con il Villaggio per la Terra vogliamo mettere in scena e in festa il sentimento di solidarietà universale che esiste ancora, potente, tra le persone e che è capace di generare il cambiamento. Per questo invito tutti i cittadini a unirsi e partecipare”.

MOVIMENTO DEI FOCOLARI: IL DIALOGO TRASFORMA I CONFLITTI IN OPPORTUNITÀ. “Oggi più che mai il Movimento dei Focolari sente di dover dare il suo contributo all’affermazione della Pace per la quale è necessario il dialogo che sa fare di conflitti e problemi un’opportunità, come ci ha detto Papa Francesco l’anno scorso a Villa Borghese – dichiarano Antonia Testa e Donato Falmi, responsabili del Movimento dei Focolari a Roma - Nel Villaggio per la Terra il Movimento dei Focolari a Roma trova il naturale contesto in cui realizzare una delle sue manifestazioni più significative, la Mariapoli,  esperienza nata nel 1949 e ora diffusa in più di 180 paesi del mondo, quale microrealizzazione di una città in cui si vive la fraternità universale. Saranno giorni in cui potremo declinare in variati modi la norma universale che ci mette in comunione con tutte le grandi religioni che va sotto il nome di Regola d’oro: Fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te. Questa per noi è il cuore vivo dell’ecologia integrale”.

Hashtag ufficiale dell’evento: #iocitengo #earthday2017 #villaggioperlaterra

Ufficio stampa

Elena Coppola

39 339 218 4423 press@romainmariapoli.org

Valeria Cecilia

39 347 633 6202  - valeria.cecilia@scomunicare.it

PDF Leggi il Comunicato stampa del villaggio_per_laterra_23_03_2017

clicca sul programma per ingrandirlo

clicca sul programma per ingrandirlo

Nessun commento

“Gente che trasforma il deserto in foresta”

COMUNICATO STAMPA

Villaggio per la Terra

Roma in Mariapoli – Vivere insieme la città

“Gente che trasforma il deserto in foresta”

Roma Galoppatoio di Villa Borghese 22-25 aprile

Si concludono oggi, 25 aprile,  i quattro giorni del Villaggio per la Terra che ha visto grande partecipazione a Villa Borghese, culminati con l’arrivo a sorpresa di Papa Francesco nel pomeriggio di domenica 24 aprile, nell’ambito delle sue visite della Misericordia.

Un villaggio temporaneo al centro della metropoli per celebrare la Terra, una cittadella nel cuore della Capitale, che ha coinvolto diverse associazioni impegnate nella tutela ambientale, la fraternità e l’integrazione.

earth-day-italia-2016Il programma ha visto un moltiplicarsi di eventi a cui hanno partecipato migliaia di persone, oltre alle migliaia di contatti registrati sui social attorno a svariati temi e contenuti, adatti ad ogni target e interesse. Bambini e ragazzi hanno partecipato ai contest scolastici, musicali e sportivi; famiglie, adulti e giovani hanno avuto modo di approfondire nei diversi Focus tematiche ed esperienze sul dialogo interreligioso e interculturale, legalità, nuove e vecchie povertà e progetti di ecologia integrale. E poi spettacoli, concerti, presentazioni di libri e progetti ambientali.

Bilancio positivo dell’esperienza che ha visto l’inedita collaborazione tra Earth Day Italia e il Movimento dei Focolari Roma, due realtà che, pur provenendo da percorsi diversi, hanno colto appieno l’opportunità di considerare la diversità come ricchezza.

“Sentendovi parlare - ha dichiarato Papa Francesco - mi sono venute in mente due immagini: il deserto e la foresta. Ho pensato: questa gente prende il deserto per trasformarlo in foresta. Vanno dove c’è il deserto, dove non c’è speranza, e fanno cose che fanno diventare foresta questo deserto… Come si fa questo? Nella consapevolezza che tutti abbiamo qualcosa in comune…”.

“Gratitudine e gioia per quanto vissuto insieme, per il molto bene e la tanta vita che c’è già e impegno comune nell’affrontare le sfide quotidiane della nostra città” esprimono concordemente Antonia Testa, co-responsabile del Movimento dei Focolari di Roma e Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day  Italia.

“È accaduto per la prima volta ed è stata una grande gioia: la prima visita di un Papa ad una Mariapoli (…) Papa Francesco possiede la forza della parola. Le sue immagini non si cancellano più, né dalla mente né dal cuore” così Maria Voce Presidente del Movimento dei Focolari.

Ufficio stampa Villaggio per la Terra Luca Attanasio 3397751996 / Elena Coppola 3392184423 press@earthdayitalia.orgpress@romainmariapoli.org

Nessun commento

Roma in Mariapoli: CI SIAMO!!!

villaggio-terra

VILLAGGIO PER LA TERRA

ROMA IN MARIAPOLI – VIVERE INSIEME LA CITTA’

GALOPPATOIO DI VILLA BORGHESE, 22 – 25 APRILE 2016

Il “Villaggio per la Terra” sta per aprire i battenti. Nella splendida cornice naturale di uno dei “polmoni verdi” di Roma, il Galoppatoio di Villa Borghese, si inaugura venerdì 22 aprile l’evento organizzato in collaborazione tra Earth Day Italia e il Movimento dei Focolari di Roma. Subito protagonista la tutela del pianeta, nel giorno in cui si celebra la 46.ma Giornata mondiale della terra e data simbolica scelta dall’Onu come primo giorno utile per la firma, a New York, dell’accordo globale sui cambiamenti climatici, stilato lo scorso dicembre a Parigi dai Paesi partecipanti al vertice del COP21. A coronamento della giornata, il “Concerto per la Terra” del rapper Rocco Hunt, uno degli appuntamenti di maggiore risonanza della campagna annuale condotta da Earth Day Italia.

Il 22 aprile al “Villaggio per la Terra” inizia la Mariapoli di Roma dal titolo “Vivere insieme la città”, imperniata sull’idea di una città temporanea nella quale – attraverso workshop, seminari, performance, dibattiti, giochi, sport pensati per tutte le età – chiunque possa scoprire o riscoprire il valore di una civiltà basata sui valori universali del rispetto reciproco, della solidarietà, ma anche sentirsi cittadini attivi nel luogo in cui si vive. E proprio un’esperienza di “cittadinanza attiva e solidale” verrà premiata nel corso del primo spazio aperto dalla Mariapoli, alle ore 9.30 del22 aprile, nell’ambito del contest scolastico “Basta conoscersi”, promosso dall’Associazione “Nuove vie per un mondo unito” in collaborazione con la Ong AMU e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Giunto alla IV edizione e rivolto ai giovani dagli 11 ai 19 anni, il Concorso ha visto l’adesione di 12 scuole di I e II grado di Roma: Gigi Cavone, caporedattore Rai Sport e già RadioCapital e RTL 102.5, presiederà la giuria composta da Marta Corsi, editor del catalogo Junior della casa editrice La Nuova Frontiera; Vanessa Colangiuli, giornalista, esperta di comunicazione; Francesco Marini, settore progetti della ong AMU e docente all’Università Cattolica di Milano; Gianpaolo Bucci, regista impegnato in tutto il mondo in progetti socialmente utili.

Tra sabato e domenica, sul palco del Villaggio si alterneranno esperti e ospiti che daranno vita a quattro momenti di approfondimento. Il primo focus sarà “Una città per tutti”, in programma sabato 23 aprile alle ore 11.00. In concomitanza con la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, la presentazione del libro “L’Islam spiegato a chi ha paura dei musulmani” (Città Nuova) fornirà ad alcuni esperti lo spunto per imbastire un confronto interreligioso nell’ottica della fraternità e del rispetto. A dialogare saranno Nader Akkad, Imam della Comunità Islamica di Trieste, Mustafa Baztami, Imam della Comunità Islamica di Teramo, Donato Fazzini, co-responsabile del Dialogo interreligioso del Movimento di Focolari in Italia, Shahrzad Houshmand Zadeh, Teologa iraniana, Michele Zanzucchi, direttore di Città Nuova.

Nel pomeriggio di sabato 23 aprile, alle ore 16.00 a salire sul palco del “Villaggio per la terra” saranno gli ospiti del focus “La legalità del noi”. Anche in questo caso sarà il volume “La legalità del noi - Le mafie si sconfiggono solo insieme” (Città Nuova) a stimolare le riflessioni offerte da Tano Grasso, Presidente onorario FAI antiracket, e da Giuseppe Gatti, sostituto procuratore Dda Bari, assieme alle testimonianze di Marco Genovese, referente Libera Roma, Mario Caniglia, imprenditore antiracket, Massimo Vallati, Presidente Calciosociale Corviale – società sportiva dilettantistica romana impegnata in attività pedagogica in contesti giovanili ad alto rischio di devianza – Caterina Colecchia, sull’esperienza dei Giovani per un mondo unito con i detenuti Rebibbia, e Paola Aloi con gli studenti del Liceo Ginnasio Augusto di Roma.

Sul versante delle iniziative per i giovani, sempre sabato 23 alle ore 14.30 sarà il momento di Arturo Clarià, psicologo dell’età evolutiva, e del suo “Protagonisti noi ragazzi - Bienvenida la locura”, presentazione originale ed artistica sulla fratellanza universale come cura dell’ambiente e della città. Inoltre, per gli adolescenti  sarà possibile fare esperienza di redazione  per il blog della rivista “Teens” di Città Nuova Editrice.

Terzo focus di approfondimento avrà per titolo “Roma città aperta alla fraternità”, in programma domenica 24 aprile, alle ore 11.00. Si tratta di uno spazio di riflessione e testimonianza dedicato alle povertà vecchie e nuove che lacerano la capitale e alle risposte offerte a queste emergenze da innumerevoli associazioni e sigle di varia ispirazione. Saranno presentate storie di quotidiana solidarietà, come quelle vissute in quartiere di periferia come Tor sapienza e portate da Melania Nicoli Salviati, passando per l’esperienza di un imprenditore, Livio Bertola, responsabile di un’azienda espressamente condotta a misura d’uomo e non solo di profitto, per arrivare alle testimonianze di Dino Impagliazzo, Fabrizio Scandone e Melina Monteforte, dietro i quali da tempo si muove una nutrita schiera di volontari, che fanno sì che Roma possa contare ogni giorno su una dose di generosità creativa, dalle mense per senza fissa dimora nei piazzali delle stazioni capitoline, ai corsi di patente per immigrati, a dozzine di altre iniziative suggerite da bisogni concreti. Un contributo di riflessione sarà portato da Alberto Lo Presti, professore di Storia delle dottrine politiche all’Angelicum, mentre l’AMU, Azione per un Mondo Unito, ong che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo, presenterà il “Progetto Bolivar”. Il focus ospiterà anche l’arrivo dei partecipanti alla II edizione del Trekking interreligioso promosso dai Pontieri del dialogo.

Il tema della difesa del creato, e delle buone pratiche da adottare per acquisire uno stile di vita quotidiano più “verde”, torna nel pomeriggio di domenica 24 aprile, alle ore 15.30, col quarto e ultimo focus dal titolo “La nostra Città, la nostra Terra”. Una domanda di fondo – “cosa possiamo fare noi, cittadini di Roma e del mondo al di là delle responsabilità della politica e delle amministrazioni pubbliche” – animerà il dibattito a cui prenderanno parte il Prof. Luca Fiorani, Docente di Fisica del clima all’università Roma Tre e coordinatore della rete internazionale EcoOne promossa dal Movimento dei Focolari, il Prof. Vincenzo Artale, Climatologo ENEA, i coniugi Maria Schirano e Franco Barbati, dell’Associazione Attiva Lizzano (Associazione di volontariato ONLUS che opera per la tutela della salute e la salvaguardia dell’ambiente ed è attiva nella provincia di Taranto), con l’Associazione onlus Azione per Famiglie Nuove che presenterà il progetto cucine solari per Haiti.

Il dramma della Terra dei fuochi e della resistenza allo scandalo di un’intera zona lasciata in balia della nuova “peste”, quella dei rifiuti tossici e dei roghi di spazzatura, sarà testimoniato da Padre Maurizio Patriciello, parroco del quartiere Parco Verde di Caivano.

Il focus proporrà come in un gioco anche il lancio del “Dado della Terra” per scoprire ad ogni faccia le proposte di esperti, le testimonianze di uomini e donne che si sono impegnati a favore del loro “pezzo” di Creato, con riflessioni e provocazioni tratte dall’Enciclica di Papa Francesco “Laudato si’”.

I temi sollecitati dai dibattiti – accoglienza, solidarietà, convivenza pacifica tra culture e religioni – prenderanno forma artistica la sera del 24 aprile, alle 21.00, con il nuovo Concerto delGen Verde, band composta da 22 artiste di 14 nazioni. Nato nel 1966 a Loppiano (FI), Cittadella internazionale dei Movimento dei Focolari, il gruppo si esibirà con lo spettacolo “On the other side”, un mix di canzoni di generi diversi, coreografie e proiezioni multimediali pensato come un caleidoscopio delle diversità e delle vicende di vari popoli del pianeta, dal 38° parallelo che divide Nord e Sud Corea alla bellezza troppo spesso violata della foresta amazzonica.

Lunedì 25 aprile alle ore 9.30 le strade del “Villaggio per la Terra” faranno spazio a “Run4Unity”, una corsa di 3 e 6 Km per testimoniare la pace nel rispetto  della “Regola d’oro” ovvero “Fai agli altro ciò che vorresti fosse fatto a te”, presente in tutte le religioni e culture e ‘regola’ di “Roma in Mariapoli”. L’edizione romana di “Run4Unity” anticipa di due settimane il 5° appuntamento internazionale dei Ragazzi per l’unità del Movimento dei Focolari, che ha coinvolto finora 100 mila adolescenti di varie città del mondo, di etnie, culture e religioni diverse. L’8 maggio, infatti, dalle ore 11 alle ore 12 saranno migliaia i ragazzi che parteciperanno a Run4Unity correndo per la pace a diverse latitudini del globo passandosi un testimone ideale attraverso una telefonata o un messaggio.

Stampa: 3358356271 – 3391982836 – 3392184423

Info: www.villaggioperlaterra.it

Nessun commento

GIOVANI E RAGAZZI A ROMA IN MARIAPOLI

COMUNICATO STAMPA n. 3

VILLAGGIO PER LA TERRA

ROMA IN MARIAPOLI – VIVERE INSIEME LA CITTA’

GALOPPATOIO DI VILLA BORGHESE, 22 – 25 APRILE 2016

Giovani cittadini attivi e solidali, ragazzi organizzatori di una Staffetta mondiale per la pace, giornalisti in erba per un giorno e bambini intenti alla scoperta della Costituzione. Sono gli under 20 del Movimento dei Focolari che prenderanno parte, con diversi momenti a loro dedicati, al programma specifico per ragazzi e bambini del “Villaggio per la Terra”, l’evento ospitato nell’area del Galoppatoio di Villa Borghese dal 22 al 25 aprile 2016, e promosso da Earth Day Italia e Movimento dei Focolari di Roma.

smu_run4unity-2Si inizia venerdì 22 aprile alle ore 9.30 con la premiazione del Concorso “Basta conoscersi” promosso dall‘Associazione “Nuove vie per un mondo unito” in collaborazione con la Ong AMU e con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri.  Giunto alla IV edizione, il contest scolastico “Basta conoscersi” nasce da un’idea dei giovani per i giovani dagli 11 ai 19 anni perché i propri coetanei  possano raccontare un’esperienza significativa e reale di “cittadinanza attiva e solidale” e comunitaria con chi è diverso per cultura o religione. Due le Sezioni in gara suddivise tra Letteratura (narrativa, poesia o giornalismo) e Arte e multimedialità (illustrazione/fumetto, musica, video).

La giuria, presieduta da Gigi Cavone, caporedattore Rai Sport e già RadioCapital e RTL 102.5, è composta da Marta Corsi, editor del catalogo Junior della casa editrice La Nuova Frontiera; Vanessa Colangiuli, giornalista, per anni ha ricoperto numerosi incarichi in ambito giornalistico e come responsabile della comunicazione presso prestigiose istituzioni culturali, dal 2014 nella rosa degli esperti istituita dal MIUR per il conferimento dell’incarico di componente di CDA delle istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica​; Francesco Marini, settore progetti della ong AMU e docente del corso “co-sviluppo e cooperazione decentrata” alla facoltà di Scienze politiche e sociali all’Università Cattolica di Milano; Gianpaolo Bucci, regista impegnato in tutto il mondo in progetti socialmente utili, tra cui “(In) visible cities”, serie di documentari sulle comunità di migranti africani stanziatesi in 13 diverse città. 12 le scuole di I e II grado di Roma e provincia che quest’anno hanno aderito al Concorso, insieme a gruppi giovanili appartenenti a parrocchie, comunità straniere e di diversa appartenenza religiosa, enti locali e Ong.

Sabato 23 e domenica 24 aprile gli adolescenti avranno la possibilità di partecipare al Giubileo dei Ragazzi allo Stadio Olimpico ed in piazza San Pietro con Papa Francesco.

Per i ragazzi in programma - venerdì 22 durante la premiazione del Concorso Basta conoscersi e sabato 23 alle ore 14.30 - anche gli attesi interventi di Arturo Clarià (psicologo dell’età evolutiva, Master Unesco in Cultura di Pace e valori universali, professore all’Università Austral e all’Università di Belgrano, a Buenos Aires, Argentina) con il suo “Protagonisti noi ragazzi - Bienvenida la locura”, presentazione originale ed artistica sulla fratellanza universale come cura dell’ambiente e della città, invito ai giovani a credere nella pazzia dell’Amore attraverso 10 scelte quotidiane che caratterizzano e fondano il loro progetto di vita.

Al “Villaggio per la Terra” dal 22 al 25 aprile previsti diversi workshop per ragazzi e bambini su sport, scienza e natura. Sarà altresì possibile per gli adolescenti far esperienza di redazione  per il blog della rivista “Teens” di Città Nuova Editrice.

smu_run4unityDomenica 24 aprile alle ore 11 l’Associazione CostituiAMO curerà “Un mega-viaggio nella Costituzione italiana” conducendo i bambini alla scoperta della ricchezza della Carta costituzionale dello Stato italiano.

Lunedì 25 aprile alle ore 9.30 sarà la volta di “Run4Unity”, una corsa di 3 e 6 Km per testimoniare la pace nel rispetto  della “Regola d’oro” ovvero il “Fai agli altro ciò che vorresti fosse fatto a te” presente in tutte le religioni e culture e “regola” del “Villaggio per la Terra”. L’edizione romana di “Run4Unity” per il “Villaggio per la Terra” anticipa di due settimane il 5° appuntamento internazionale dei Ragazzi per l’unità del Movimento dei Focolari, che ha coinvolto finora 100 mila adolescenti di varie città del mondo, di etnie, culture e religioni diverse. L’8 maggio, infatti, dalle ore 11 alle 12 saranno migliaia i ragazzi che correranno per la pace a diverse latitudini del globo passandosi un testimone ideale attraverso una telefonata o un messaggio.

Stampa: 3358356271 – 3391982836 – 3392184423

Info: www.villaggioperlaterra.it

www.bastaconoscersi.wordpress.com

www.run4unity.net

Nessun commento

INTERVISTA AD ANTONIA TESTA SULLA MARIAPOLI 2016

A CONTI FATTI

da Radio 105

Ascolta l’intervista ad-antonia-testa-sulla-mariapoli-20161

Il prossimo 22 aprile, in occasione dell’Earth Day, aprirà Villa Borghese Roma il villaggio per la terra: fino al 25 aprile concerti, spettacoli, manifestazioni sportive, animazione per bambini e momenti di incontro, ci ricorderanno la necessità di impegnarci in prima persona per la cura della casa comune, lungo la strada di uno sviluppo che, ancor prima che economico, deve essere sostenibile dal punto di vista sociale ed ambientale. Quest’anno assieme ad Earth Day Italia, che tradizionalmente cura le celebrazioni italiane della Giornata Mondiale della Terra, è co-organizzatore del villaggio il Movimento dei Focolari che porterà a Villa Borghese l’esperienza della Mariapoli. Abbiamo con noi in collegamento telefonico Antonia Testa co-responsabile del Movimento dei Focolari di Roma.

Domanda: Antonia, cominciamo dall’inizio: che cos’è la Mariapoli e che cosa rappresenta questa esperienza per il Movimento dei Focolari.

Risposta: La Mariapoli nasce nel ‘49 sui monti del Trentino quando un gruppo di giovani, insieme a Chiara Lubich, la fondatrice del Movimento dei Focolari, si è trovato a vivere un’esperienza particolare, diremmo un esperienza di Vangelo autentico, ed a quest’esperienza è stato dato il nome di Mariapoli, ovvero “Città di Maria”. Praticamente quindi è una città temporanea, aveva un periodo limitato, una città ispirata alle parole del Vangelo che dicono “amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”.  E chi si è imbattuto in questa esperienza, chi vi ha partecipato, è rimasto attratto, colpito da questa esperienza di amore reciproco tra di loro. Ed è diventato come una calamita: questo laboratorio, potremmo dire un po’ originale, si è poi moltiplicato in tutto il mondo e oggi coinvolge 182 nazioni del mondo.

Domanda: Tradizionalmente la Mariapoli nasce come esperienza fuori dalle città ed è stata sempre fatta fuori dalla città: come mai quest’anno a Roma e come mai questa commistione, se così vogliamo chiamarla, con un altro evento di natura più laica come il Villaggio della terra?

Risposta: Con Earth day Italia intanto condividiamo tutti i valori per la tutela del creato. Ci siamo trovati in particolare sintonia per quel servizio all’ecologia integrale auspicata da papa Francesco. In una città come la nostra in cui ci sono tantissime fragilità, avevamo in cuore questo: mettere in luce il tanto bene che c’è a Roma, il tanto bene che si fa a Roma. Noi sappiamo che ci sono migliaia di persone che tutti i giorni, quotidianamente, operano a vario titolo per rendere questa città un luogo migliore dove abitare. Ci sono tantissime associazioni dedicate a tutte le fasce degli ammalati, dai bambini ai malati terminali, ecc.; ma penso anche alle associazioni che operano in favore delle famiglie dei carcerati, mamme che si sono associate per i loro figli disabili, tutte le associazioni contro il gioco d’azzardo, e potremmo continuare all’infinito. Tante di queste persone con cui tutti noi siamo in contatto, magari non hanno riferimento religioso ma fanno misericordia. Quindi il desiderio era: perché in questo nostro villaggio, nella Mariapoli, non mettere in luce tutto il positivo che c’è nella città ?

Domanda: Andiamo un pochino più a fondo nei contenuti: che cosa succederà, che cosa vivrà chi vorrà partecipare all’esperienza della Mariapoli ?

Risposta: Il Villaggio della terra – Roma in Mariapoli si snoderà in 4 giorni di attività. In particolare ci saranno dei “focus” su delle tematiche di attualità: legalità, Islam e dialogo interreligioso, poi la tematica delle povertà e della cultura del dare e, altro elemento chiave, appunto, la tutela del creato. Ma insieme a questi “focus” sulle tematiche di attualità, anche momenti di Workshop per ragazzi, per bambini, momenti di gioco, performance artistiche: e tra queste abbiamo la gioia enorme di avere il complesso internazionale “Gen Verde”, che è formato da 22 donne di diversi paesi, che presenteranno il loro nuovo concerto “On the other side”.

Domanda: Tutto questo lo vivete all’insegna della “regola d’oro”: “fai agli altri ciò che vorresti gli altri facessero a te”. Che cosa vuole dare la Mariapoli alla città, in questo caso a Roma, e che cosa vuole ricevere in cambio, se così vogliamo dire, dalla città ?

Risposta: Intanto grazie della domanda perché mi sembra molto significativa perché fa pensare proprio a questa reciprocità, fino adesso non ci avevo pensato ma è così. La Mariapoli sta già dando tantissimo perché intanto ci sta dando una grandissima apertura: ciascuno di noi si sta aprendo ancora di più di quanto ha mai fatto prima, sta tirando fuori energie e talenti che in questi mesi stiamo condividendo. Roma sta dando alla Mariapoli la possibilità di conoscere tanti e di farci conoscere da tanti. E devo dire che da queste diversità, nel momento in cui tu conosci l’altro, stanno nascendo tantissime sinergie. Che cosa può dare invece la Mariapoli alla città ? Io quello che spero è che possa dare quel marchio, come allora sulle Dolomiti, a quanti si imbatteranno in questa avventura, quel marchio che deriva da quella esperienza di Vangelo autentico che non può lasciare indifferenti. Vorrei che lasciasse anche la fede che l’unità è possibile, nonostante tutte le evidenze, nonostante tutte le criticità. E poi, oltre alla fede, anche la gioia nel cuore che nasce da chi quella esperienza la vive in prima persona.

Nessun commento

Mariapoli 2016: Spot per radio e social

Arrivano gli spot per la Mariapoli 2016 all’interno del Villaggio per la Terra, che stanno girando su tutte le radio e i solcial….

Condividi anche tu

spot-calcio

spot-concerto-solo-hunt

spot-gen

spot-villaggio-no-dear

Nessun commento

IL GEN VERDE a Roma in Mariapoli

ON THE OTHER SIDE

Concerto dedicato alle donne immigrate vittime della violenza

24 aprile 2016 ore 21.00

Villaggio per la Terra - Galoppatoio di Villa Borghese

Ingresso gratuito

22 brani cantati in 5  lingue: inglese, italiano, spagnolo, portoghese e coreano.

105 minuti di pop music dai toni più vari, di passione, forza, vitalità in musica e parole targati Gen Verde.

On the Other Side, il nuovo concerto del Gen Verde - International Performing Arts Group tutto al femminile - che percorre il mondo in poco tempo, arriva a Roma in Mariapoli nella cornice del Villaggio per la terra promosso da Earth Day ItaliaMovimento dei focolari dal 22 al 25 aprile 2016 al Galoppatoio di Villa Borghese.

Ogni brano dello spettacolo è come una zoomata che evidenzia i particolari di una storia personale o di un intero popolo raccontando il suo lato inesplorato, la ricchezza insita nella diversità e il potenziale che racchiude chiunque si trovi “dall’altra parte”.

“Protagonista indiscussa l’umanità che si racconta: la gente con le sue sfide di oggi, i drammi e le conquiste, la storia che segna il passo del mondo, popoli itineranti sulle strade del pianeta in cerca di terra, dignità, di un luogo da poter chiamare casa. Ma il concerto è anche autobiografico - spiega Sally McAllister, irlandese, manager del gruppo - impregnato delle nostre storie e delle culture musicali da cui veniamo. Ci siamo messe in gioco e abbiamo voluto raccontare attimi e fatti che hanno segnato un punto di svolta nella nostra vita. Strade diverse, con partenze da luoghi fisici e dell’anima talvolta diametralmente opposti, ma che puntano tutti all’unico orizzonte della fraternità. Con i nostri spettacoli vogliamo incontrare le persone, entrare in dialogo con le loro storie, con vissuti personali fatti di gioie, dolori, di aspirazioni e lotte, e, se possibile, dare speranza o ispirare gesti di fraternità e condivisione. Siamo convinte che solo la fraternità messa in rete salverà il mondo”.

image001

Video, luci, suono, coreografie: un mix eclettico di contributi multimediali che faranno da scenario e accompagneranno canzoni completamente nuove e in diverse lingue. Questa coinvolgente combinazione farà penetrare lo spettatore nelle diverse emozioni e atmosfere suggerite dai vari brani: esalteremo la bellezza della foresta pluviale dell’Amazzonia raccontando la distruzione del suo popolo e della sua terra, ascolteremo il grido di disperazione delle migliaia di migranti che affrontano il Mediterraneo con un gommone e che continua a riecheggiare dall’Africa all’Europa e in ogni continente in cui c’è gente costretta a partire per sopravvivere, percepiremo la tensione vissuta nelle strade d’Europa mentre sprofonda in un’insensata violenza, ci troveremo tra le barricate piangendo per la giustizia sociale con il popolo salvadoregno, visiteremo il Walk of Fame di Hollywood, scorgeremo il confine che divide Nord e Sud Corea ed entreremo insieme nelle “miserie supplicanti” dei sotterranei di una metropoli latino-americana. E tanto altro ancora in differenti stili come pop, rock, reggae, etno music, K-pop e musica latina.

Il concerto è infatti un viaggio musicale negli stili, nelle tradizioni ma anche nelle contaminazioni nate dalla collaborazione delle artiste, la cui ricerca spazia con la volontà di arrivare al pubblico, appassionarlo ed infondergli il coraggio della fratellanza universale. Ela cultura della pace, del dialogo con laltro che il Gen Verde porta sui palcoscenici e le piazze di un mondo che ha bisogno di fraternità, cominciamo da noi.

Stampa: Elena Coppola 339 218 4423

Info: www.villaggioperlaterra.it

Guarda il promo Gen Verde

Guarda on the other side – l’album

****

GEN VERDE MULTIARTISTIC PERFORMING ARTS GROUP

BIOGRAFIA

Il Gen Verde Multiartistic Perfoming Arts Group è una band composta da 22 artiste di 14 nazioni: Argentina, Brasile, Cile, Corea del Sud, El Salvador, Ecuador, Irlanda del Nord, Italia, Malesia, Messico, Panama, Portogallo, Spagna, Stati Uniti. Internazionalità multiculturalità sono da sempre sono i suoi punti di forza: talento, sonorità, stili musicali ed artistici s’intersecano e si fondono, sintonizzandosi sul vissuto della gente e dei popoli che incontrano nei loro tour internazionali.

Nato nel 1966 a Loppiano (FI), il centro internazionale dei Focolari, da 50 anni laboratorio multietnico e culturale, il Gen Verde ha allattivo oltre 1.400 spettacoli, decine di partecipazioni ad eventi internazionali, per un totale di 67 album autoprodotti in 9 lingue.

Tutto è cominciato con una batteria verde. Un regalo inconsueto nelle mani di un gruppo di ragazze che, solo a guardarle in faccia dicevano mondialità e voglia di cambiamento. Quello strumento è diventato il simbolo di una rivoluzione permanente in cui musica e talenti condivisi e offerti sono diventati strumenti privilegiati per contribuire a realizzare un mondo più unito e fraterno.

Ad oggi sono 144 le cantanti, musiciste, attrici, tecnici, danzatrici che hanno fatto parte del Gen Verde, il cui apporto professionale ha dato vita a produzioni artistiche diversificate i cui spaziano dai concerti live al musical, per non dimenticare l’attività didattica e formativa rivolta ai giovani, attraverso workshop e corsi specifici. Inoltre sono molti i contatti con artisti di tutto il mondo che contribuiscono costantemente ad aprire orizzonti e collaborazioni inedite.

Loppiano

Via San Vito, 12

50064 Figline e Incisa Valdarno, (Firenze) - Italia

tel. +39 055 9051450

info@genverde.it

www.genverde.it

Facebook: https://www.facebook.com/Gen.Verde.8

Youtube: Gen Verde Official

Twitter: genverde_music

Nessun commento

“Villaggio per la Terra. Vivere insieme la Città. Roma in Mariapoli.”

Galoppatoio di Villa Borghese, 22 – 25 Aprile 2016

Dal 22 al 25 aprile 2016 si svolgerà a Roma, nel cuore verde della capitale, a Villa Borghese, presso il Galoppatoio, una manifestazione dal titolo “Villaggio per la Terra. Vivere insieme la città. Roma in Mariapoli”. L’evento è promosso da Earth Day Italia e dal Movimento dei Focolari di Roma.

Si aprirà con la celebrazione della 46° edizione della Giornata Mondiale della Terra, che quest’anno assume una rilevanza ancora maggiore per la scelta, da parte del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, del 22 Aprile come primo giorno utile per la sottoscrizione dello storico accordo sul clima di Parigi – COP21 al quale parteciperanno tutti gli Stati del mondo.

Alla  luce dell’Enciclica Laudato Sì, in cui Papa Francesco ha invitato tutti alla cura della Casa comune, e nella cornice del Giubileo della Misericordia, “Il Villaggio della terra - Roma in Mariapoli”, vuole far riscoprire la specifica vocazione di Roma alla fraternità universale che la rende città unica al mondo.

L’evento vuole essere, infatti, un villaggio temporaneo dentro la città, e vedrà il coinvolgimento di numerose realtà che operano quotidianamente a vario titolo sul territorio per rendere la nostra Capitale un posto migliore in cui abitare, dove ogni cittadino o turista - di ogni età, ceto sociale o cultura - può sperimentare il proprio insostituibile contributo alla vita della città.

Obiettivo della manifestazione è creare ponti di dialogo tra le diversità – centro e periferia, giovani e adulti, romani e cittadini ‘in transito’ – mostrando tutto il bello che c’è a Roma perché incontrarsi nella diversità è possibile, e la solidarietà è un valore universale.

Vivere INSIEME la Città si snoderà in quattro giorni di attività - workshop, laboratori, seminari, scambio di buone pratiche, performance artistiche, dibattiti, momenti di gioco, approfondimenti o la semplice condivisione del tempo e delle esperienze - volti ad accrescere la conoscenza reciproca e l’accoglienza.

Per ulteriori informazioni sull’evento: www.villaggioperlaterra.it

mariapoli

Nessun commento

Prove Coro Mariapoli

Carissimi, nuovo appuntamento con le prove del grande CORO della  MARIAPOLI 2016  Martedì 20 ottobre dalle 19  in via Spinola.

Le prossime date da segnare già in agenda per novembre saranno il 10 e il 24 novembre alle ore 19 sempre a via Spinola.

Continuiamo a  invitare tutti i nostri amici per il coro che animerà le messe dell Mariapoli, anche con chi non legge le mail!

I  contatti di riferimento per unirsi al coro sono di Francesca   frapierpaoli@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi

disegno-coro-colorato

Nessun commento

Cantiere Mariapoli

Cantiere‬ Mariapoli2016 workinprogress. Qualche istantanea del team dei contenuti a lavoro per la Mariapoli 2016 che recentemente si è incontrato per per continuare il lavoro sui temi quali accoglienza, legalità, cittadinanza e tanto altro…. segui il Cantiere!

cantiere-mariapoli-2 cantiere-mariapoli-3
cantiere-mariapoli

Nessun commento

MARIAPOLI 2016


mariapoli-2016

Nessun commento