Chi Siamo

E’ un progetto concreto ma anche aperto e con una buona dose di profezia. Si radica nei quartieri della città  e, allo stesso tempo, guarda alla metropoli nel suo complesso. Vuole camminare a fianco delle diverse Rome e collaborare alla vocazione universale dell’unica Roma.

Avviato nel 2000 da Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari vuole “incendiare” Roma di amore evangelico per potenziare le sue peculiarità .

Il 9 aprile 2000, in un Palaghiaccio di Marino (alle porte della capitale) colmo di seimila persone appartenenti ai Focolari, Chiara Lubich dette compitamente inizio a quanto le era maturato in cuore da una scintilla ispiratrice: «Io vorrei che da questa sera si partisse per incendiare Roma» , incendiarla con un amore costante e disinteressato nei rapporti interpersonali e verso tutti i soggetti della città . Chiara conosce e vive la città  da 50 anni, sa che non mancano organismi, non scarseggiano le strutture, ma gli uni e le altre vanno ravvivati. Per questo vuole riportare «il fuoco divino nelle case, nelle vie, nei luoghi di studio e di lavoro, nel parlamento, dovunque».

Si delinea così un più vasto orizzonte d’impegno per la comunità  focolarina romana, a nome della quale, davanti al sindaco e alle autorità  civili e religiose, si impegna a «dedicarsi d’ora in poi a questa città  più e meglio» ricevendo la cittadinanza onoraria in Campidoglio, il 22 gennaio 2000.

Il programma: «Potenziare nella città  l’amore, l’amore reciproco e una più profonda unità  tra tutti, dovunque. L’amore è la vita del mondo. Ho il desiderio che chi vede Roma possa dire dei suoi concittadini quello che si affermava dei primi cristiani: “Guarda come si amano e l’un per l’altro è pronto a morire”». Propose «una vera arte di amare che emerge tutta dal Vangelo» e chiamò tutti i presenti - politici ed ecclesiastici, accademici e studenti, professionisti e casalinghe — ad un’immediata collaborazione.

«Se lo desiderano — precisò allora, ma vale sempre -, possono aiutarci a diffondere quest’arte d’amare e Roma diventi per il mondo quel braciere di fuoco e di luce che non può non essere, se deve cooperare a portare in essa l’unità »

90 anni fa nasceva Chiara Lubich:
Dal diario di Chiara
Gli auguri dal Vaticano del 13 Gennaio 2000

Approfondimenti:
Cittadinanza Onoraria Chiara Lubich
Chiara Lubich ai romani su Romaamor e arte di amare
Lettera di Chiara ai romani del ‘49